Pubblicato il Lascia un commento

ITF Antalya, finale amara per Bilardo

ITF ANTALYA finale BILARDO

La tennista del CT Palermo è stata sconfitta in finale da Ghioroaie

Termina con un secondo posto il percorso di Federica Bilardo in Turchia. La tennista del CT Palermo ha raggiunto la finale dell’ITF da 15.000$ di Antalya, ma è stata sconfitta dalla romena Georgiana Ghioroaie, numero 490 al mondo e seconda testa di serie del torneo, con il punteggio di 7-5, 6-2.

LEGGI ANCHE: I PALERMO LADIES OPEN ANNUNCIANO LE PRIME ISCRITTE: C’È UNA BIG

La palermitana riesce a dare battaglia soprattutto nel primo set, dove riesce anche a portarsi avanti di un break nel quinto game. L’avversaria, però risponde subito infilando tre giochi su tre. Un altro break di Bilardo riporta le cose in parità, ma la perdita del servizio nell’ultimo e decisivo gioco dà all’avversaria il vantaggio di una partita.

Il secondo set va via molto più rapidamente. Per un solo break della siciliana, la romena ne fa tre e scivola, con molto meno sforzo rispetto al primo parziale, alla vittoria finale.

I risultati di Bilardo nel doppio ad Antalya

La scorsa settimana, Bilardo aveva già conquistato il trofeo di doppio, sempre ad Antalya. In coppia con la statunitense Taylor Ng, aveva sconfitto in finale Rachel Gaills e Jamilah Snells, bissando la vittoria, sempre nel doppio e sempre ad Antalya, dello scorso maggio. Questa settimana, invece, si è concentrata sul singolo e ha deciso di non competere nel doppio.

Il ranking di Bilardo dopo la finale dell’ITF di Antalya

A seguito del secondo posto ad Antalya, Bilardo guadagna 31 posizioni nel ranking WTA, raggiungendo almeno la posizione numero 786 (ancora lontana dal suo best ranking da numero 547). Rimane molto distaccata da Dalila Spiteri, attualmente migliore siciliana nel circuito al numero 524 – un titolo ambito in questo momento perché dà accesso alla Wild Card del tabellone di qualificazione dei Palermo Ladies Open. Va meglio nel doppio, dove si trova al posto numero 509 della classifica mondiale.

Pubblicato il Lascia un commento

ITF Antalya, Bilardo non si ferma più: finale nel singolo

Bilardo Antalya

Una settimana dopo aver vinto in doppio, Bilardo arriva in finale in singolo

Mamma… li palermitani! Non si ferma più Federica Bilardo in Turchia. La tennista del CT Palermo ha raggiunto la finale dell’ITF da 15.000$ di Antalya, avendo sconfitto in semifinale la statunitense Jessie Aney per 3-6, 6-2, 6-4.

LEGGI ANCHE: I PALERMO LADIES OPEN ANNUNCIANO LE PRIME ISCRITTE: C’È UNA BIG

In finale troverà la rumena Georgiana Ghioroaie, numero 490 WTA e seconda testa di serie del torneo. La partita si disputerà domani, domenica 20 giugno, ad un orario ancora da definire.

È stata decisiva, nell’incontro di oggi, la capacità di rialzarsi dopo il primo set, lasciato a Aney per 3-6. Dal secondo set in poi, la palermitana ha saputo migliorare le percentuali della prima battuta ed è stata cinica nello sfruttare ben sette delle nove occasioni di break costruite.

I risultati di Bilardo nel doppio

La scorsa settimana, Bilardo aveva già conquistato il trofeo di doppio, sempre ad Antalya. In coppia con la statunitense Taylor Ng, aveva sconfitto in finale Rachel Gaills e Jamilah Snells, bissando la vittoria, sempre nel doppio e sempre ad Antalya, dello scorso maggio.

Il ranking di Bilardo dopo il passaggio in finale

A seguito dell’approdo in finale ad Antalya, Bilardo è già certa di guadagnare 31 posizioni nel ranking WTA, raggiungendo almeno la posizione numero 786 (ancora lontana dal suo best ranking da numero 547). Rimane molto distaccata da Dalila Spiteri, attualmente migliore siciliana nel circuito al numero 524. Un titolo ambito in questo momento perché dà accesso alla Wild Card del tabellone di qualificazione dei Palermo Ladies Open. Va meglio nel doppio, dove si trova al posto numero 509 della classifica mondiale.

FOTO: Pagina Facebook “Circolo del Tennis Palermo”

Pubblicato il Lascia un commento

Nuova gioia per Bilardo nel doppio ad Antalya

Bilardo doppio antalya

Altra vittoria nel doppio per la palermitana nel torneo ITF dopo il trofeo del mese scorso

Antalya si conferma luogo di conquista per Federica Bilardo. Dopo la vittoria dello scorso maggio, la palermitana si è riconfermata campionessa di doppio nel torneo ITF turco da $15.000.

In coppia con la statunitense Taylor Ng, Bilardo si è presa la finale per 6-0, 6-3 a spese della coppia formata da Rachel Gaills e Jamilah Snells, anche loro statunitensi.

Nel loro percorso nel tabellone principale, Bilardo-Ng avevano precedentemente sconfitto Tinaztepe-Zlatarova al primo turno, Brunskog-Yoruk nei quarti e Juhaszova-Ondrejcekova nella semifinale.

Il presidente di FIT Sicilia, Giorgio Giordano, e il consiglio regionale dell’ente di governo del tennis isolano hanno fatto pervenire i loro complimenti alla giocatrice attraverso una comunicazione ufficiale.

LEGGI ANCHE: CHI È (PER IL MOMENTO) IL MIGLIOR TENNISTA SICILIANO NEL 2021?

I risultati di Bilardo nel singolo ad Antalya

Nel singolo, invece, la ventunenne si è fermata ai quarti di finale, sconfitta dal numero 591 WTA, l’olandese Eva Vedder, per 6-4, 6-1. Precedentemente, Bilardo aveva vinto con la turca Başak Eraydin e la russa Diana Demidova nel primo e secondo turno

Il nuovo ranking WTA di Bilardo nel singolo e nel doppio

A seguito dei risultati dell’ultima settimana, Bilardo sale alla posizione numero 818 del singolo nel ranking WTA – una variazione positiva di ben 64 posizioni grazie ai 6 punti WTA guadagnati. Va parecchio meglio nella classifica del doppio, in cui la palermitana occupa la posizione numero 533. Nel singolo, il suo miglior ranking in carriera è 547; nel doppio, è arrivata fino ad occupare al massimo la posizione numero 425.

Pubblicato il Lascia un commento

I risultati della settimana del tennis siciliano (3-9/05/21): Potenza campione a Monastir, Bilardo vince nel doppio ad Antalya

Risultati tennisti siciliani Potenza Bilardo

Torna l’appuntamento settimanale in cui passiamo in rassegna i principali risultati dei tennisti siciliani sul campo nazionale e internazionale. Nonostante in campo ci fossero anche le nostre stelle, Cecchinato e Caruso, le sorprese della settimana sono state Luca Potenza e Federica Bilardo, entrambi vincitori di argenteria nel circuito ITF. Vediamo tutti i risultati.

Potenza

Il grande protagonista della settimana è stato il licatese, vincitore per la seconda volta in singolo sul duro dell’ITF da $15.000 di Monastir, dopo il successo dello scorso anno (e quello in doppio in questa stagione). Potenza (la sua storia) ha battuto in finale il monegasco il monegasco Lucas Catarina, numero 368 ATP che aveva recentemente impensierito Caruso a Montecarlo, con il punteggio di 1-6, 6-2 ,6-1.

Bilardo

Grandi soddisfazioni sono arrivate nel femminile. La classe 1999 Federica Bilardo ha vinto il torneo di doppio dell’ITF da $15.000 dollari di Antalya. La palermitana, in coppia con la bielorussa Kristina Dmitruk, ha sconfitto per 6-3, 0-6, 10-7 la coppia RuzicMutavdzic.

Cecchinato

Soddisfazioni e delusioni per il palermitano, che in settimana ha giocato a Madrid e a Roma. Nella capitale spagnola, abbiamo rivisto un Cecchinato più vicino alle alte aspettative che abbiamo di lui. Dopo aver superato le qualificazioni contro avversari di livello, Ceck si è visto sconfitto per un pelo al primo turno da un sempre fastidioso Bautista Agut lottando come non mai in questa stagione e dimostrando che il suo gioco sta subendo considerevoli miglioramenti psicofisici.

Meno brillantezza invece l’ha mostrata a Roma, dove Ceck giocava le qualificazioni non avendo ricevuto – non senza polemica – la wild card per il tabellone principale. Nel primo turno delle quali, il palermitano ha battuto in tre set Gerasimov, ma nel secondo ha arrestato il suo percorso, sconfitto da Norrie per 6-4, 2-6, 6-4.

Caruso

Non una grande settimana invece per Caruso, non in campo a Madrid e subito fuori dal Masters 1000 del foro italico dove, al contrario del collega, godeva dell’accesso diretto al tabellone principale. La sconfitta è arrivata dal belga David Goffin, numero 13 al mondo e dodicesima testa di serie del torneo, col punteggio di 6-4, 6-1.

Massara

Il siracusano ha perso nelle qualificazioni di singolo ad Antalya, ma è arrivato fino ai quarti nel doppio. In coppia con Eremin, si è arreso contro il duo HellerVanneste.

Ingarao

L’atleta del circolo Match-Ball di Siracusa ha perso nel primo turno del tabellone principale del torneo ITF da $15.000 del Cairo contro Cigarran (6-4, 4-6, 6-2).

Spiteri e Giacalone sono rimasti fermi nel tour internazionale questa settimana.

Tornate su Tennis Sicilia per rimanere sempre aggiornati sui risultati dei più importanti tennisti siciliani.

Pubblicato il Lascia un commento

La settimana del tennis siciliano (15-21/02/2021): Giacalone ai quarti a Monastir, Spiteri si infortuna a Sharm, vittoria in Open per Bilardo

Tennisti Siciliani Risultati

Consueto appuntamento settimanale in cui passiamo in rassegna i principali risultati dei tennisti siciliani sul campo nazionale e internazionale. Oggi, uno sguardo ai buoni risultati di Omar Giacalone e Federica Bilardo, i motivi del ritiro di Dalila Spiteri a Sharm e il sorteggio sfortunato di Marco Cecchinato a Cordoba.

Spiteri

Tante buone sensazioni, prima, e tanta sfortuna, poi, per la migliore tennista siciliana per ranking. La licatese ha giocato all’ITF da 15.000$ di Sharm El Sheik, dove ha agilmente superato Noel (numero 506 WTA) e Stadler (606) nei primi due turni del tabellone principale. La sfortuna è arrivata ai quarti contro contro Lisa Tran (897), quando Dalila si è vista obbligata al ritiro dopo un primo set perso ma combattuto, svoltosi in un’ora di gioco. La ragione, spiegata dalla stessa giocatrice a Tennis Sicilia, è un infortunio muscolare all’addome, lo stesso che l’aveva fermata in Grecia lo scorso ottobre. Si aspettano ulteriori esami per poter stabilire l’entità dell’infortunio e i tempi di recupero.

Potenza

Il licatese ha superato due dei tre turni di qualificazione al tabellone principale, anche lui a Sharm El Sheik. Le vittorie sono arrivate con Reddy (1234 ATP) e Maxted (numero 46 Junior), mentre l’uscita dal torneo è stata sancita dal tedesco Cubelic (1102 ATP). La prossima settimana Potenza cercherà di nuovo la qualificazione in Egitto.

Giacalone

Omar Giacalone è rimasto a Monastir per conquistarla di nuovo. Questa settimana, fermo agli ottavi di doppio (giocati in coppia con Massara), ma sconfitto solo ai quarti del tabellone principale di singolo dal padrone di casa Dougaz (numero 309 ATP) che, curiosamente, era stato anche il giustiziere del mazarese in doppio. Le vittorie, invece, erano arrivate contro Agamennone (612) e Ouakaa (760).

Massara

Casualità o no, Massara ha vissuto lo stesso, esatto destino crudele di Giacalone. Il catanese, come abbiamo appena detto, era compagno di doppio con il mazarese ed è stato sconfitto al primo turno della specialità dalla coppia DougazOuakaa. E anche nel singolo la sconfitta è arrivata proprio per mano di Dougaz, ma in questo caso al primo turno.

Ingarao

A Monastir, una vittoria e una sconfitta in doppio, giocato in coppia con il padovano Giacomini.

Bilardo

Niente partite internazionali per l’atleta palermitana, ma un bel trionfo nel torneo Open del Country Time Club di Palermo (vittoria in finale per 6-2, 4-6, 7-6 contro Giulia Tedesco del Tc Kalta).

Caruso e Cecchinato

Una settimana di stacco per i due uomini di punta del tennis siciliano dopo le premature eliminazioni all’Australian Open. Da lunedì Cecchinato sarà impegnato nel tabellone principale dell’ATP 250 di Cordoba, Argentina: sarà l’inizio della gira Sudamericana, a cui Caruso si unirà nel successivo torneo.

Intanto, sorteggio subito scomodo per Ceck, che affronterà il boliviano Hugo Dellien (112 dei ranking) al primo turno e, nel caso di vittoria, troverebbe subito sulla sua strada la testa di serie Diego Peque Schwartzman.

Rimanete su Tennis Sicilia per essere sempre aggiornati sui risultati dei più importanti tennisti siciliani.

Pubblicato il Lascia un commento

Il ranking dei tennisti siciliani e italiani in ATP e WTA aggiornato (15/02/2021)

miglior tennista siciliano

Nuova settimana, consueto aggiornamento periodico della posizione nei ranking ATP e WTA dei tennisti siciliani e italiani. L’Australian Open darà spettacolo ancora per una settimana, quindi niente classifiche ufficiali, ma facendo due calcoli possiamo avere delle proiezioni pressoché certe delle variazioni nella classifica dei nostri giocatori.

Caruso: 77

Stop al secondo turno per Sabbo all’Australian Open per via della sconfitta con Fabio Fognini. Vale un punto in più in classifica per il miglior siciliano del momento.

Cecchinato: 86

Non è stata un’avventura positiva in Australia per Ceck, fuori per tre volte al primo turno (due volte in singolo, una in doppio). Gli effetti si vedono anche in classifica: inizia la settimana con un -4.

Potenza: 740

Sconfitta alle qualificazioni a Monastir per il licatese. Questa settimana sono cinque le posizioni perse per il tennista italiano che aveva guadagnato più posizioni in classifica nel 2020.

Giacalone: 747

Anche il mazarese è tornato a Monastir per bissare il trofeo di fine 2020. Una sconfitta al primo turno ed una al Q3.

Ingarao: 844

Ingarao torna a competere su campi internazionali per la prima volta in un anno. Per ora la classifica non ne ha ancora beneficiato.

Massara: 927

Il catanese perde sei posti in classifica dopo la sconfitta al primo turno a Monastir. È attualmente ancora impegnato nella capitale tunisina per un nuovo torneo, del quale ha già superato le qualificazioni. 

Spiteri: 549

Sconfitta agli ottavi nell’ITF di Sharm El Sheik ma continua la tendenza positiva della tennista licatese, che quest’anno ha già scalato decine di posizioni in classifica (Leggi l’intervista che le avevamo realizzato qualche mese fa).

Bilardo: 891

Vittoria nell’Open del Country Time Club di Palermo la scorsa settimana per la tennista del Circolo del Tennis. Niente tornei internazionali, però, significa niente punti in WTA.

Gli altri italiani in ATP e WTA

Dopo il ranking dei tennisti siciliani, come sempre ci affacciamo anche sul resto dell’Italia che gioca nel circuito internazionale. Il primo italiano per ranking rimane Matteo Berrettini (10), poi Fabio Fognini (18), Jannik Sinner (34), Lorenzo Sonego (36) e Stefano Travaglia (63).

Fra le donne guida sempre Camila Giorgi (83). Dietro di lei Martina Trevisan (91), Jasmine Paolini (100), Sara Errani (106) ed Elisabetta Cocciaretto (133).

Pubblicato il Lascia un commento

Dove giocano i tennisti siciliani questa settimana?

Challenger Parma

Inizia una nuova settimana di tennis, quella preparatoria al più prestigioso torneo sulla terra battuta nel circuito — Roland Garros. Tennissicilia.it vi illustra dove saranno impegnati i giocatori siciliani

Salvatore Caruso non lascerà l’Italia dopo le sue ottime prestazioni nei Masters 1000 di Roma. L’avolese, infatti, sarà nel tabellone principale del Challenger di Forlì, a cui ha avuto accesso grazie ad una Wild Card concessa dall’organizzazione. Il suo esordio sarà martedì contro Sanchez Izquierdo, che è entrato al main draw grazie alle qualificazioni.

Sabbo ha potuto programmare la sua settimana in Emilia-Romagna grazie al suo numero 87 nelle classifiche ATP, il quale gli permetterà di essere uno dei tennisti nel tabellone principale anche a Roland Garros. Vale a dire, sa già che il suo percorso parigino inizierà settimana prossima.

Non ha avuto la stessa sorte Marco Cecchinato, che, dovendo affrontare la qualificazioni per il Grande Slam si trova già sul suolo francese. Il suo avversario nel primo round di domani sarà Ernest Gulbis, numero 162 delle classifiche mondiali. In caso di vittoria, si troverà di fronte il vincitore del match fra Harrys e Lestienne.

Non risultano iscritte a nessun torneo internazionale né Federica BilardoDalila Spiteri. Quest’ultima dovette ritirarsi per infortunio nelle semifinali di Trieste giusto due settimane fa.

Sapendo già dove giocano i tennisti siciliani questa settimana, possiamo dare anche uno sguardo al più ampio panorama del tennis nazionale. Per quanto riguarda gli italiani, ci saranno tanti altri compatrioti a cercare la vittoria a Forlì insieme a Caruso. Sono già iscritti al main draw del Challenger Lorenzo Musetti, Andreas Seppi, Filippo Baldi, Andrea Arnaboldi, Riccardo Bonadio, Andrea Valvassori ed Andrea Pellegrino.

Pubblicato il Lascia un commento

Chi sono i migliori tennisti siciliani in ATP e WTA?

Fit Sicilia

La Sicilia, oltre a possedere nel WTA di Palermo il secondo evento tennistico per importanza in Italia, è una terra fertile per la fioritura di giocatori e giocatrici di livello internazionale. Tennissicilia.it vi illustra chi sono i tennisti siciliani di maggior rilievo nei due circuiti principali, ATP e WTA. 

Salvatore Caruso

Tennisti Siciliani: Salvatore Caruso esulta per il raggiungimento del terzo turno agli US Open.

Non ci sono molti dubbi: i tennisti siciliani di maggior successo sono quelli iscritti al circuito maschile. Il capofila è Salvatore Caruso, attuale numero 87 al mondo — il suo best ranking, maturato grazie ai recenti ottimi risultati sul cemento americano. Sabbo, questo il suo soprannome, è nato nel 1992 ad Avola (Siracusa), dove vive e si allena quando non è in tour.

Il suo allenatore è Paolo Cannova e lo è stato per gli ultimi 11 anni. “Mi accorsi subito del materiale umano, le sue caratteristiche migliori sono quelle di essere un grande lavoratore e una persona umile”, ha detto Cannova di Caruso ai microfoni di Ubitennis

Sabbo inizia la sua avventura da professionista nel 2010, ponendo proprio come base del suo operare quella cultura del lavoro che è fondamentale se si viene da una famiglia umile come nel suo caso. In maniera simile a tanti altri italiani nasce sulla terra battuta, ma oggi la sua superficie preferita è il cemento. 

“Quando ho iniziato a seguire il tennis maschile l’ATP prediligeva i tornei su superfici veloci. Quando mi accorsi di questa tendenza e sapendo che lui si adattava alla terra solamente perché ci era nato e ci era cresciuto, ho spinto in maniera importante affinché andassimo a giocare molto spesso negli Stati Uniti anche tornei minori”, ha detto Cannova di una strategia che sembra aver pagato.

Recentemente, ha conquistato il terzo turno agli US Open — il suo miglior risultato in uno Slam insieme al terzo round del Roland Garros 2019. “Fare un altro terzo turno il prossimo anno? Spero invece di fare meglio!”, ha detto nella sala stampa di New York. “Mi sento un giocatore migliore in generale, non soltanto sul cemento: mentalmente e tecnicamente”, continuava commentando l’evoluzione da lui mostrata negli ultimi tempi.

Il palmarés di Caruso annovera i Challenger di Barcellona e Como, oltre vari titoli Futures.

Marco Cecchinato

Tennisti Siciliani: Marco Cecchinato

Dopo Sabbo, viene il coetaneo Ceck — Marco Cecchinato. Il tennista azzurro è nato a Palermo, ma si allena a Vicenza con il coach Massimo Sartori. Poco più di un anno fa, momento che finora è considerabile l’apice della sua carriera, ha toccato la sedicesima posizione dei ranking, prendendosi anche la soddisfazione di essere il miglior giocatore italiano in classifica. Oggi, vittima di un calo, si trova al posto numero 113.

Piccolo giocatore dai 7 anni, anche Cecchinato è diventato professionista nel 2010. Diversamente da Caruso, però, la sua superficie preferita è la terra rossa.

2018 e 2019 sono, ad oggi, i migliori anni della sua carriera. Il ciclo vincente inizia con i trofei di Umag e Budapest e culmina con la vittoria a Buenos Aires nell’anno successivo. In mezzo, però, forse la più grande soddisfazione della carriera: la semifinale a Roland Garros, conquistata dopo aver battuto il numero uno Novak Djokovic.

Di tanto in tanto, Check si allena con Novak Djokovic, ma il suo livello, purtroppo, non è rimasto lo stesso di quella impresa, ragion per cui è scivolato sotto la centesima posizione. È recentemente diventato papà ma, come ha rivelato a Repubblica, non ha intenzione di mettere il tennis in secondo piano: “Ricomincio con una ritrovata cattiveria agonistica. […] Voglio i campi centrali, sì: desidero quei palcoscenici. Perché è lì che mi esalto, che mi sento a mio agio”

Gli altri Tennisti Siciliani in ATP

Non solo Ceck e Sabbo: la Sicilia ha anche altri rappresentanti nelle classifiche mondiali, seppur nelle retrovie. Fra i migliori tennisti siciliani a livello internazionale troviamo il ventenne licatese Luca Potenza (796 al mondo) il siracusano classe 1999 Alessandro Ingarao (numero 822), il ventottenne mazarese Omar Giacalone (869 dei ranking) ed il catanese del ’95 Antonio Massara (891 del mondo).

In WTA solo Spiteri e Bilardo

Tennisti Siciliani: Dalila Spiteri in azione al WTA di Palermo quest’anno. Foto: Palermo Ladies Open.

Nel femminile, sono due le maggiori rappresentanti del tennis siciliano. La prima in ordine di classifica è Dalila Spiteri. Nata a Licata il 24/4/1997, è la numero 519 al mondo, con un passato da numero 456. La prima vittoria in carriera l’ha conquistata nell’ITF di Solarino nel 2016.

Nel 2019 arriva la sua prima apparizione in un evento WTA, quello di Palermo, essendosi qualificata attraverso un torneo ad inviti della FIT. Il suo 2020 era iniziato per il meglio con la vittoria del suo secondo titolo in carriera, l’ITF di Heraklion, e, dopo lo stop, è proseguito con un’altra piacevole presenza ai Palermo Ladies Open e qualche buona prestazione nel circuito ITF.

Segue in classifica la ventunenne palermitana Federica Bilardo, numero 854 del circuito con un best ranking da numero 547. L’unico torneo vinto in carriera è l’ITF di Antalya nel 2018.

Federica e Dalila sono state anche compagne di doppio. Insieme hanno riscosso grandi successi nel WTA di Palermo. Non quest’anno, quando hanno perso alla prima partita di fronte a Siegemund-Wickmayer, ma l’anno scorso, occasione in cui sono arrivate fino ai quarti, perdendo solo contro le finaliste Rus-Gorgodze.