Pubblicato il Lascia un commento

Cos’è il TPRA e cosa organizza in Sicilia?

TPRA
Share:

Il FIT TPRA è un circuito tennistico attivo su tutto il territorio nazionale e pensato solo per gli amatori. L’acronimo sta per Tennis Program Ranking Amateur: in parole povere, l’associazione si propone di creare incontri e tornei fra dilettanti in maniera tale da poter stilare una classifica dei partecipanti, proprio come se giocassero nei circuiti ATP o WTA.

Cos’è il TPRA?

Attraverso la piattaforma TPRA, ogni tennista amatoriale (fighter) può trovare un potenziale sfidante in pochi click. A seconda del risultato del loro incontro (la sfida), il sistema calcola i nuovi punti in classifica dei due fighter ed aggiorna il loro Power, una misura della bravura tennistica assegnata ad ogni iscritto che permette di scalare le categorie del circuito. Lunedì 26 ottobre, gli organizzatori hanno annunciato una modifica dell’algoritmo che renderà il Power “più dinamico, più motivante, con un adeguamento più veloce alle vittorie ed ai bei risultati”.

TPRA CLASSIFICHE
Così appaiono le statistiche di ogni giocatore sul sito del TPRA.

Chiunque può partecipare agli incontri e tornei organizzati sotto l’ombrello della TPRA, basta che siano iscritti alla piattaforma (ci sono piani gratuiti ed a pagamento) e che non si siano mai spinti oltre una classifica FIT di 4.3. In quest’ultimo caso, possono entrare in classifica a partire da diverse soglie di anzianità. Per esempio, un ex giocatore o giocatrice di alto livello (o che in generale si sia spinto oltre il C3) potrà entrare nel circuito al compimento dei 67 anni.

Oltre alle sfide, i partecipanti possono partecipare ai tornei organizzati dal circuito. Questi includono i prestigiosi Master di fine anno, che vengono organizzati per premiare i migliori giocatori della stagione (come le ATP Finals, per intenderci). Nella passata stagione, il Master finale (le “Epic Finals“) si è tenuto a Milano (7-9 Novembre 2019), vendendo pubblicizzato con il motto “TUTTI POSSIAMO DIVENTARE PRO PER QUALCHE GIORNO“.

L’anno scorso è stato anche quello dell’esordio della Gazzetta TPRA Challenge by Enel. Questa è stata definita dagli organizzatori come “la più grande manifestazione di sempre nel tennis amatoriale per  visibilità, prestigio e coinvolgimento”. Il torneo si svolgeva prima su base provinciale. I vincitori delle fasi locali, successivamente, si qualificano ad eventi sempre più prestigiosi, fino a raggiungere le finali del Foro Italico di Roma.

Il progetto nasce nel 2007 come un’idea di Max Fogazzi per organizzare incontri di tennis fra amici. Oggi si tratta di un’entusiasmante realtà che, con l’aiuto della FIT, riunisce 87.149 giocatori i e conta centinaia di circoli associati. L’operazione è molto importante per il massimo ente tennistico italiano, visto che permette di coinvolgere amatori ed agonisti di minor livello, la grande maggioranza dei tesserati alla federazione, e di sviluppare con metodi più accattivanti l’attività di base.

TPRA PROFILO
Un esempio di un profilo di un fighter.

Il TPRA in Sicilia

In Sicilia, così come nel resto d’Italia, la piattaforma TPRA può essere utilizzata per trovare sfidanti di pari livello per partite di tennis amatoriali, i cui risultati saranno utilizzati per creare classifica e Power degli amatori isolani.

Lo spettacolare tasso di diffusione del circuito nell’isola è dato dal numero elevatissimo di tornei organizzati durante tutto l’anno nella nostra regione (una di quelle che più ne ospita in tutta Italia). Sul sito del TPRA se ne contano ben 237 giocati nell’ultima stagione, la maggior parte di essi organizzati a Messina (60), Trapani (57), Siracusa (39) e Palermo (33).

Un’altra maniera per scoprire quanto sia diffuso il TPRA in Sicilia è guardare le classifiche: nelle “race” per i Master finali, infatti, non mancano mai i giocatori isolani. Da sottolineare, in particolare, la presenza in terza posizione nella categoria Open Maschile del messinese Pace.

TPRA Campo sicilia

Allo stesso modo, ben 5 circoli siciliani sono fra i primi otto della classifica dedicata (il Sunshine Tennis Club di Marsala, il Circolo del Tennis Ing. Rocco Ricevuto di Trapani, il Circoletto dei Laghi di Messina, l’ASD Amici del Tennis di Paceco ed il Circolo del Tennis e della Vela di Messina).

Se pensi che il circuito TPRA faccia per te, puoi iscriverti gratuitamente sul sito ufficiale e cercare subito la tua prossima sfida contro un fighter siciliano (come abbiamo visto, non mancano).

Padel e Beach Tennis

In Sicilia, attraverso il TPRA è anche possibile giocare a Padel e Beach Tennis. Entrambi funzionano in maniera molto simile al tennis — possibilità di organizzare amichevoli, tornei e di essere dotati di un proprio Power aggiornato d’accordo con le proprie prestazioni. Tuttavia, al Padel ancora manca un evento che Beach tennis e tennis classico hanno in comune: il Master di fine stagione, ribattezzato “Grandoli Final Master” nel caso dello sport da spiaggia.

Nel caso del Padel, è impressionante la presenza di amatori siciliani nelle classifiche. Addirittura, in quella di rango “Advanced” ci sono ben 5 siciliani nelle prime 5 posizioni, tutti provenienti da Trapani e provincia. Tutta un’altra musica per il tennis da mare, la cui classifica è dominata da atleti provenienti dall’Emilia Romagna per tutte le prime 28 posizioni.

Il TPRA e la Pandemia

Lo scorso 30 ottobre 2020, la FIT ha sospeso l’attività del TPRA (tanto di tennis quanto di padel e beach tennis) fino a data da destinarsi, in quanto il circuito amatoriale non rientra nelle competizioni “ritenute di interesse nazionale” — le uniche consentite dall’ultimo DPCM. Tuttavia, come vi abbiamo illustrato in un recente articolo, ciò non significa la fine del tennis amatoriale in Sicilia. Se volete sapere come l’attività tennistica verrà influenzata dal più recente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, cliccate qui.


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.