Pubblicato il Lascia un commento

Chi sono i migliori tennisti siciliani in ATP e WTA?

Fit Sicilia
Share:

La Sicilia, oltre a possedere nel WTA di Palermo il secondo evento tennistico per importanza in Italia, è una terra fertile per la fioritura di giocatori e giocatrici di livello internazionale. Tennissicilia.it vi illustra chi sono i tennisti siciliani di maggior rilievo nei due circuiti principali, ATP e WTA. 

Salvatore Caruso

Tennisti Siciliani: Salvatore Caruso esulta per il raggiungimento del terzo turno agli US Open.

Non ci sono molti dubbi: i tennisti siciliani di maggior successo sono quelli iscritti al circuito maschile. Il capofila è Salvatore Caruso, attuale numero 87 al mondo — il suo best ranking, maturato grazie ai recenti ottimi risultati sul cemento americano. Sabbo, questo il suo soprannome, è nato nel 1992 ad Avola (Siracusa), dove vive e si allena quando non è in tour.

Il suo allenatore è Paolo Cannova e lo è stato per gli ultimi 11 anni. “Mi accorsi subito del materiale umano, le sue caratteristiche migliori sono quelle di essere un grande lavoratore e una persona umile”, ha detto Cannova di Caruso ai microfoni di Ubitennis

Sabbo inizia la sua avventura da professionista nel 2010, ponendo proprio come base del suo operare quella cultura del lavoro che è fondamentale se si viene da una famiglia umile come nel suo caso. In maniera simile a tanti altri italiani nasce sulla terra battuta, ma oggi la sua superficie preferita è il cemento. 

“Quando ho iniziato a seguire il tennis maschile l’ATP prediligeva i tornei su superfici veloci. Quando mi accorsi di questa tendenza e sapendo che lui si adattava alla terra solamente perché ci era nato e ci era cresciuto, ho spinto in maniera importante affinché andassimo a giocare molto spesso negli Stati Uniti anche tornei minori”, ha detto Cannova di una strategia che sembra aver pagato.

Recentemente, ha conquistato il terzo turno agli US Open — il suo miglior risultato in uno Slam insieme al terzo round del Roland Garros 2019. “Fare un altro terzo turno il prossimo anno? Spero invece di fare meglio!”, ha detto nella sala stampa di New York. “Mi sento un giocatore migliore in generale, non soltanto sul cemento: mentalmente e tecnicamente”, continuava commentando l’evoluzione da lui mostrata negli ultimi tempi.

Il palmarés di Caruso annovera i Challenger di Barcellona e Como, oltre vari titoli Futures.

Marco Cecchinato

Tennisti Siciliani: Marco Cecchinato

Dopo Sabbo, viene il coetaneo Ceck — Marco Cecchinato. Il tennista azzurro è nato a Palermo, ma si allena a Vicenza con il coach Massimo Sartori. Poco più di un anno fa, momento che finora è considerabile l’apice della sua carriera, ha toccato la sedicesima posizione dei ranking, prendendosi anche la soddisfazione di essere il miglior giocatore italiano in classifica. Oggi, vittima di un calo, si trova al posto numero 113.

Piccolo giocatore dai 7 anni, anche Cecchinato è diventato professionista nel 2010. Diversamente da Caruso, però, la sua superficie preferita è la terra rossa.

2018 e 2019 sono, ad oggi, i migliori anni della sua carriera. Il ciclo vincente inizia con i trofei di Umag e Budapest e culmina con la vittoria a Buenos Aires nell’anno successivo. In mezzo, però, forse la più grande soddisfazione della carriera: la semifinale a Roland Garros, conquistata dopo aver battuto il numero uno Novak Djokovic.

Di tanto in tanto, Check si allena con Novak Djokovic, ma il suo livello, purtroppo, non è rimasto lo stesso di quella impresa, ragion per cui è scivolato sotto la centesima posizione. È recentemente diventato papà ma, come ha rivelato a Repubblica, non ha intenzione di mettere il tennis in secondo piano: “Ricomincio con una ritrovata cattiveria agonistica. […] Voglio i campi centrali, sì: desidero quei palcoscenici. Perché è lì che mi esalto, che mi sento a mio agio”

Gli altri Tennisti Siciliani in ATP

Non solo Ceck e Sabbo: la Sicilia ha anche altri rappresentanti nelle classifiche mondiali, seppur nelle retrovie. Fra i migliori tennisti siciliani a livello internazionale troviamo il ventenne licatese Luca Potenza (796 al mondo) il siracusano classe 1999 Alessandro Ingarao (numero 822), il ventottenne mazarese Omar Giacalone (869 dei ranking) ed il catanese del ’95 Antonio Massara (891 del mondo).

In WTA solo Spiteri e Bilardo

Tennisti Siciliani: Dalila Spiteri in azione al WTA di Palermo quest’anno. Foto: Palermo Ladies Open.

Nel femminile, sono due le maggiori rappresentanti del tennis siciliano. La prima in ordine di classifica è Dalila Spiteri. Nata a Licata il 24/4/1997, è la numero 519 al mondo, con un passato da numero 456. La prima vittoria in carriera l’ha conquistata nell’ITF di Solarino nel 2016.

Nel 2019 arriva la sua prima apparizione in un evento WTA, quello di Palermo, essendosi qualificata attraverso un torneo ad inviti della FIT. Il suo 2020 era iniziato per il meglio con la vittoria del suo secondo titolo in carriera, l’ITF di Heraklion, e, dopo lo stop, è proseguito con un’altra piacevole presenza ai Palermo Ladies Open e qualche buona prestazione nel circuito ITF.

Segue in classifica la ventunenne palermitana Federica Bilardo, numero 854 del circuito con un best ranking da numero 547. L’unico torneo vinto in carriera è l’ITF di Antalya nel 2018.

Federica e Dalila sono state anche compagne di doppio. Insieme hanno riscosso grandi successi nel WTA di Palermo. Non quest’anno, quando hanno perso alla prima partita di fronte a Siegemund-Wickmayer, ma l’anno scorso, occasione in cui sono arrivate fino ai quarti, perdendo solo contro le finaliste Rus-Gorgodze. 


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.