Pubblicato il Lascia un commento

Roland Garros, Cecchinato non si ferma: battuto anche Londero

Share:

L’aria di Parigi non sarà pulita come quella di Mondello, ma non ci sono troppi dubbi su quale faccia meglio al tennis di Marco Cecchinato. Il tennista palermitano, già semifinalista nel 2018 allo Slam francese, ha raggiunto il terzo turno avendo battuto in quattro set l’argentino Juan Ignacio Londero (6-3 6-2 5-7 6-2).

Il palermitano ha fatto sembrare la partita più facile di quel che non fosse, dando via solo un set ad un giocatore meglio piazzato in classifica (è il sessantanovesimo dei ranking) e che sulla terra rossa si trova nel suo habitat naturale.

Dopo aver conquistato le prime due partite in scioltezza, infatti, quel terzo set è stato l’unico momento in cui Ceck si è concesso un attimo di respiro. In generale, invece, ha giocato una partita parecchio convincente, superando nel gioco l’avversario anche negli svariati scambi lunghi che il match ha offerto. Da sottolineare il ruolo che ha avuto il suo rovescio: mentre in generale è il colpo più debole del palermitano, in questo caso ha prodotto una discreta quantità di vincenti e non ha quasi mai ceduto di fronte agli attacchi di Londero.

Dopo De Minaur, sconfitto nel secondo turno, e Londero, Cecchinato dovrà misurarsi di fronte ad Alexander Zverev, settimo delle classifiche mondiali e reduce dalla finale degli US Open. Cecchinato ed il tennista tedesco si sono affrontati solo una volta nelle loro carriere: quest’anno agli Open d’Australia. Zverev si portò a casa la partita senza perdere un set, soffrendo Cecchinato soltanto nel secondo, finito al tie break.

La partita è in programma domani. Sarà la terza gara di giornata sul campo Suzanne-Lenglen.


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.