Pubblicato il Lascia un commento

Zverev è inarrivabile: Cecchinato saluta il Roland Garros

Roland Garros Cecchinato
Share:

Sebbene abbia lasciato sensazioni positive, il terzo turno del Roland Garros ha dimostrato che non è ancora tornato il Marco Cecchinato che può dar battaglia anche all’élite del tennis. Nella serata di oggi, il palermitano ha infatti perso in tre set contro Alexander Zverev (6-1, 7-5, 6-3), numero 7 del mondo e vincitore con merito dell’incontro.

Mentre il primo set va via abbastanza liscio a favore di Zverev (gli bastano 24 minuti per chiudere il 6-1), è il secondo a determinare più di tutti l’epilogo dell’incontro. Con ritrovata convinzione, Cecchinato va dritto a prendersi il break del 5-4, ma proprio quando serve per il set perde tre game di fila: 7-5. Lì il match torna a subire l’inerzia della prima fase.

La terza partita diventa giusto una formalità. Il tedesco, purtroppo, vale molto più di Londero e De Minaur, e la differenza con i precedenti avversari del palermitano si è vista sul campo. Morale della favola: Zverev vince con merito, Ceck esce senza aver totalmente regalato la gara all’avversario. Poteva andare peggio.

Zverev si conferma un animale da Slam in questa stagione. Prima del Roland Garros, infatti, è arrivato alle semifinali agli Australian Open e alla finale degli US Open, in entrambi i casi venendo eliminato per mano di Dominic Thiem. Se il loro cammino dovesse andare avanti anche sul rosso parigino, i due potrebbero rincontrarsi nelle semifinali. Ma c’è da scommettere che Sascha lo eviterebbe volentieri.

Nel quarto turno il tedesco affronterà il giovane italiano Jannik Sinner, che ha vinto ieri contro Federico Coria. Sarà il primo incontro fra il diciannovenne di San Candido ed il ventitreenne di Amburgo. La partita si giocherà domenica 4 ottobre.

Domani il programma del Roland Garros prevede le restanti partite del terzo turno. Oltre Djokovic e Tsitsipas, scenderà in campo l’italiano Berrettini (testa di serie numero 7) contro Altmaier. La partita è in programma alle 11 sul Philippe Chatrier.


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.