Pubblicato il Lascia un commento

ATP Miami, Caruso non va oltre il primo turno: “Prendevo farmaci da tre giorni, così non è facile”

Indian Wells CARUSO
Share:

ATP MIAMI | In un periodo così complicato per Caruso, in cui fra l’altro aveva detto di soffrire un ritardo di condizione dovuto a questo inizio di stagione atipico, Yasutaka Uchiyama sembrava un ottimo avversario per cominciare il percorso all’ATP di Miami. Numero 110 al mondo, sicuramente più abbordabile di altri nel tabellone e, soprattutto, era un altro che, come Caruso, non aveva digerito bene questo 2021. Invece, l’avolese è stato sconfitto in due set (6-3, 6-4), nemmeno eccessivamente combattuti (1h, 35′).

In entrambi i set, Caruso ha concesso due turni di servizio all’avversario e ne ha strappato a sua volta solo uno, faticando in ogni caso più del suo avversario anche nei turni di battuta che riusciva a tenere per sé.

LEGGI ANCHE: POTENZA, GIOIA DOPPIA A MONASTIR

Tuttavia, la sconfitta non ha molto a che vedere con il gioco espresso, ma con dei problemi intestinali che lo hanno afflitto negli ultimi giorni, come ha spiegato il giocatore dopo il match a Ubitennis: “Sono tre giorni che prendo farmaci, fino a ieri avevo paura di uscire dalla camera d’albergo perché dovevo sempre rimanere vicino al bagno. Ho perso moltissimi liquidi, infatti alla fine della partita mi sono venuti i crampi, dopo poco più di un’ora di gioco. Purtroppo non è semplice giocare in queste condizioni, comunque complimenti a lui perché ha giocato un’ottima partita“.

Ciò non toglie, tuttavia, che il momento negativo sia iniziato prima dell’ultimo incontro. Addirittura, dopo l’Australian Open il tour per il continente americano non ha portato altro che sconfitte: “Ovviamente non posso essere contento di questi risultati dopo il tennis che ho espresso in Australia, però già sentivo che la condizione ad Acapulco stava tornando, poi qui ho avuto questo inconveniente, e quindi bisogna tornare a casa a lavorare per i tornei sulla terra, ha spiegato.


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.