Pubblicato il Lascia un commento

ATP Dubai: Gasquet vola, Cecchinato si schianta

ATP DUBAI
Share:

ATP DUBAI | Sono le prime impressioni, spesso, il fattore che più condiziona il rapporto fra due persone. Se anche per Marco Cecchinato è così, oggi non dev’essere il punto d’inizio di una grande amicizia con Richard Gasquet, che al loro primo incontro nel tour l’ha sconfitto con la leggerezza di chi gioca con uno sparring partner, più che con un vero avversario. Il risultato finale è stato 6-4, 6-2 per il francese, che in solo un’ora e 10 si è imposto giocando una partita praticamente perfetta.

Dopo un inizio interlocutorio, è già nel primo set che Gasquet riesce prendere il dominio del campo. La classica palla corta di Cecchinato si trasforma da arma a problema, mentre il francese usa a meraviglia il suo rovescio per mettere in difficoltà il palermitano e farlo girare a vuoto. Il break nel quinto game mette Gasquet un piede avanti, tutto il resto lo fa la sua eccellente media di punti vinti al servizio (74%).

Nella seconda partita si attendeva una reazione del palermitano, che dopo tutto non stava giocando così male, ma era chiaro che per battere l’avversario servisse anche mandargli un segnale forte che lui fosse ancora lì a lottare. Accompagnato dalla melodia delle cornacchie di Dubai, invece, subisce subito il break, che Gasquet forzerà anche nel quinto game. È lì che muore anche il secondo set, e con esso il match intero.

Si prosciuga anche questa partita con delle immagini sconfortanti per Cecchinato, che ha gradualmente smesso di battagliare per tenere a galla il risultato, apparendo fra le altre cose un po’ provato fisicamente. Un flashback che si sta presentando veramente troppe volte in un 2021 da sei sconfitte ed una sola vittoria. Dall’altro lato, bisogna evidenziare però come la vittoria di Gasquet sia più che meritata, e che la fiducia tecnica messa in campo da lui oggi avrebbe messo in difficoltà buona parte del tour. E, da un certo punto di vista, non ha sorpreso solo il palermitano vederlo svolazzare così sul campo, visto che era reduce da un infortunio a Doha.

LEGGI ANCHE: CECCHINATO E CARUSO, SERVE UN RESET

Finisce così al primo turno l’esperienza di Cecchinato all’ATP 500 di Dubai. Nella notte italiana sarà il momento di Salvatore Caruso, impegnato invece ad Acapulco. Nemmeno per lui il sorteggio è stato accomodante: se la vedrà subito con il numero 27 al mondo, John Isner. Anche in questo caso sarà la prima volta che i due si incontrano. Speriamo che in questo caso la prima impressione sia migliore.


Share:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *